Contact us now
info@dviuris.com

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

Corte di Giustizia UE - spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

Avv. Maurizia Venezia

Il fatto

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

La sig.ra K. D. R. M. Silva, cittadina di un paese non UE, risiede in Italia con i suoi tre figli minorenni ed è titolare di un permesso unico di lavoro di durata superiore a sei mesi. Nel 2014, la stessa chiedeva all’INPS l’attribuzione di un assegno previsto dalla legge italiana in favore dei nuclei familiari con tre o più figli minorenni, titolari di redditi inferiori a un determinato limite.

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

La sua richiesta veniva respinta con il motivo che, per quanto riguarda i cittadini di Paesi non UE, la legge italiana non prevede la concessione del suddetto assegno a favore dei titolari di un permesso unico di lavoro, ma unicamente a favore dei rifugiati politici o dei beneficiari della protezione sussidiaria e dei titolari di un permesso di soggiorno di lungo periodo, requisiti non posseduti dalla istante.

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

La vicenda giudiziaria

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

Il Tribunale di Genova, adito in primo grado dalla sig.ra Silva, respingeva il suo ricorso.

DVIURIS

La Corte d’appello di Genova, adita in appello, nutrendo dubbi in merito alla compatibilità delle disposizioni nazionali con il diritto dell’Unione, chiedeva alla Corte di giustizia d’interpretare la direttiva sul permesso unico di soggiorno e di lavoro dei lavoratori non UE 1 .

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

La sentenza della Corte di Giustizia

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

La Corte dichiarava, innanzitutto, che l’assegno oggetto della richiesta della sig.ra Martinez Silva costituisce una prestazione di sicurezza sociale riconducibile alla categoria delle prestazioni familiari di cui al regolamento dell’Unione sul coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale.

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

Esaminava, poi, se uno Stato membro quale l’Italia possa escludere i cittadini di un paese non UE, titolari di un permesso unico di lavoro, dal beneficio di una siffatta prestazione.

DVIURIS

A tal riguardo, la Corte osservava che, come risulta dalla direttiva, i cittadini di Paesi non UE ammessi in uno Stato membro a fini lavorativi a norma del diritto dell’Unione o del diritto nazionale devono, in particolare, beneficiare della parità di trattamento rispetto ai cittadini di detto Stato.

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

Ebbene, è questo il caso del cittadino di un Paese non UE titolare di un permesso unico di lavoro, dato che tale permesso gli consente di soggiornare regolarmente a fini lavorativi nel territorio dello Stato membro che lo ha rilasciato.

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

Il principio di diritto

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

La Corte ricorda che il diritto alla parità di trattamento costituisce la regola generale e che la normativa comunitaria osta a una legislazione nazionale in base alla quale il cittadino di un Paese non UE, titolare di un permesso unico di lavoro, non può beneficiare di una prestazione di sicurezza sociale come l’assegno familiare richiesto dalla sig.ra Silva, la quale è nel pieno diritto di vedersi riconoscere quanto richiede.

Corte di Giustizia UE – spettano al cittadino extracomunitario titolare di un permesso unico di lavoro le prestazioni di sicurezza sociale previste per i cittadini italiani

info@dviuris.com